giappone nihon nippon jappone japan
giappone japan
   
Home generale
Approffondimenti
Attualita'
Business
Curiosita'
Diritto
Gallerie fotografiche
Libri
Ultime notizie
Varie

giappone, storia giapponese
giappone giapponese
Cultura
storia giapponese

Home Cultura
Temi storici
Castelli - Templi
Città giapponesi
Costume e tradizioni

japan, nihon, giappone, jappone nippon
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Comunita'
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante
Blog
Forum
Giochi
Mailing-list
news dal giappone, cultura giapponese, nipponico, sol levante
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Contatti
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante

staff
webmaster

japan, nihon, giappone, jappone nippon

 


benvenuti su JAPPONE.COMgiappone nihon nippon jappone japan
giappone nihon nippon jappone japan

giappone nihon nippon jappone japanSempre piu' giapponesi discriminano gli stranieri.

20 agosto 2003

All'inizio di quest'anno il governo giapponese ha condotto un'indagine sulle conoscenze dei diritti umanic la nona di questo tipo dal 1958.
Circa 2000 dei 3000 giapponesi adulti che hanno risposto ci lasciano un po' perplessi...
Il 54% dice che i diritti umani di persone che non possiedono la cittadinanza giapponese debbano essere protetti nella stessa maniera dei giapponesi stessi. Questa percentuale scende di 12 punti dall'ultima indagine del 1997 e la piu' bassa da quando ai giapponesi viene chiesa l'opinione su questi temi.
Il 22% dice che e' inevitabile che i non-giapponesi non godano degli stessi diritti dei giapponesi. E' la percentuale piu' alta in assoluto e un piu' 19% dal 1997.
La sorpresa non e' certo che lo straniero in Giappone e' discriminato, anzic Tutti noi lo sappiamo. Il fatto che cio' e' considerato accettabile da sempre piu' giapponesi che non conoscono vergogna nell'ammettere il loro razzismo che ci preoccupa non poco. (Sono sicuro che a certi nippofili cio' non preoccupa affattoc che pena!)
E' preoccupante quando il numero di stranieri in Giappone aumenta, i sentimenti nei loro confronti peggiora.
Un ufficiale del governo spiega l'aumento di diffidenza nei confronti degli stranieri con: "la percezione dei giapponesi sta cambiando molto probabilmente per l'aumento di stranieri in Giappone e a cio' si accompagna il sempre maggiore numero di denunce su crimini commessi da questi e dai problemi nati da loro".
Bene! Allora la cosa e' comprensibile, giusto? O forse non lo e'?
Stando all'agenzia di polizia di Stato il tasso di criminalita' tra stranieri e' in diminuzione... ESATTO!!!! E' IN DIMINUZIONE!
Gli stranieri vengono visti come pericolosi ma il tasso criminoso per i giapponesi e' molto piu' alto.
Ryogo Mabuchi, giapponese e professore di sociologia all'universita' di Nara afferma che il tasso di criminalita' dei giapponesi e' all'incirca il doppio degli stranieri con residenza non permanentec incluso il personale militare americano!
Quindi perche' lo straniero viene visto come un criminale (a meno che non serva per altre cose)?
La risposta sta nei media. Nel 1998, Mabuchi studio' il Asahi Shinbun e trovo' che meno del 2% dei giapponesi arrestati furono riportati sulle pagine del giornale contro il 7% dei non-giapponesi. E' assai facile quindi, leggendo un giornale, avere l'impressione che gli stranieri si comportano poco bene.
Il sempre popolare governatore di Tokyo Shintaro Ishihara, il 9 aprile del 2000 informa le forze di autodifesa che gli stranieri vorranno probabilmente causare disordini nei giorni successivi ad un terremoto e di tenersi in allerta quando questo avverra'.
Con commenti come questi c'e' da sorprendersi se gli stranieri vengono visti con una certa diffidenza?
Una legge alquanto "gentile" dispone che lo straniero residente in Giappone e' costretto a portare sempre con se il documento di registrazione come straniero. In mancanza di questo uno puo' essere imprigionato finche' uno non lo porti. Questa pratica e' stata denunciata nel 1998 al comitato per i diritti umani delle Nazioni Unite in quanto non differenza molto dalla stella di David che gli ebrei erano costretti a portare durante il periodo di Hitler.
Quindi ai cari occidentali tanto desiderosi di vivere in Giappone perche' il Giappone e' il paradiso in terrac dico di tener ben presente queste semplici regole e non avrai molti problemi :
Gli stranieri continuano ad essere "problematici" e "strani" per cosi tanti giapponesi. Ma come puo' la seconda potenza economica mondiale avere ancora tali attitudini pericolose e arcaiche?
Il Giappone rattifico' (come altre rattifiche a vuoto) la convenzione internazionale per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale. Questa implicava il Giappone a capire l'importanza di questi aspetti e di effettuare degli immediati miglioramenti.
Comunque sia, tra le leggi giapponesi ci sta' ancora ben poco a riguardo! Anzi non si menziona affatto discriminazione razziale oppure elementi razziale in certe offese. Eppure parliamo ancora del Giappone.
Il governo giapponese non ha adottato alcun provvedimento contro questi tipi di offese e non vi sono punizioni (per legge) per chi le commette. Eventuali gruppi o organizzazioni di stampo razziale non sono ritenuti illegali! Questo ci fa giustamente supporre che il governo non prende il tema seriosamente come invece dovrebbe. Da come le Nazioni Unite fanno presente, il Giappone non ha fatto nulla per impegnarsi agli obblighi firmati a suo tempo. Non e' certo la prima volta ma forse sarebbe il caso di escludere finalmente il Giappone (ma non solo il Giappone) da eventi internazionali finche' non si impegna a rispettare quanto da egli stesso firmato. Non si chiede al Giappone di rispettare cose dell'altro mondo ma di rispettare almeno quello che firmac e spesso lo firma solo in cambio di altri benefici... avuti poi si dimentica delle promesse.


Spunti presi dal Hiragana Times di agosto 2003.





 

© ® 2004 - 2009 Tutti i diritti riservati - Jappone.com