giappone nihon nippon jappone japan
giappone japan
   
Home generale
Approffondimenti
Attualita'
Business
Curiosita'
Diritto
Gallerie fotografiche
Libri
Ultime notizie
Varie

giappone, storia giapponese
giappone giapponese
Cultura
storia giapponese

Home Cultura
Temi storici
Castelli - Templi
Città giapponesi
Costume e tradizioni

japan, nihon, giappone, jappone nippon
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Comunita'
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante
Blog
Forum
Giochi
Mailing-list
news dal giappone, cultura giapponese, nipponico, sol levante
japan, nippon, giappone, giapponese, cultura giapponese
Contatti
nihongo, giapponese, giappone, GIAPPONE, jappone, nipponico, sol levante

staff
webmaster

japan, nihon, giappone, jappone nippon

 


Hiroo Mori giappone nihon nippon jappone japan
La nuova costruzione
benvenuti su JAPPONE.COMgiappone nihon nippon jappone japan
giappone nihon nippon jappone japan

giappone nihon nippon jappone japanUna delle famiglie piu' influenti e ricche del Giappone ha grossi piani, ma verranno conclusi?

Si comincia con Tokyo, POI il mondo?
Strutture che dovrebbe riportare la gente nel centro cittadino; templi d'arte e cultura... un movimento architettonico che vuole cambiare prima Tokyo poi la nazione e poi... chissa'. Questo e' quanto una delle famiglie piu' influenti e ricche del Giappone ha in mente di fare - e se non lo hai gia' notato, loro sono gia' sulla retta via.
Probabilmente nessun' altra famiglia nella storia moderna giapponese ha mai avuto maggior influenza a Tokyo. I Mori hanno contribuito a disegnare la Tokyo che conosciamo, in meglio o in peggio e per quasi 5 decadi. Circa 60 costruzioni per uffici "Toranomon", Kamiyacho e altre sezioni della Tokyo occidentale, poi le Ark Hills complex e adesso il complesso di Roppongi Hills e' un enorme e ambizioso progetto che cambiera' l'aspetto del quartiere favorito dei nightclub di Tokyo. L'apertura e' prevista verso la fine di aprile del 2003.
L' impero famigliare dei Mori comincio' abbastanza modestamente: Taikichiro Mori, professore di economia, fondo' la Mori Building co. Nel 1959 assieme a suo figlio Minoru che a quel tempo era ancora studente dell'universita' di Tokyo. Taikichiro ebbe la sensazione di poter far soldi con speculazione edilizia e si, aveva perfettamente ragione! Nel 1989, la famiglia Mori, che possedeva il 100% delle Mori Building Group, aveva immobili per 14,2 bilioni di Dollari. Nel 1990, Forbes mise Taikichiro come il secondo uomo piu' ricco al mondo con un patrimonio di 15 bilioni di Dollari.
Dalla morte di Taikichiro, nel 1993, comunque il patrimonio di famiglia e' sceso in modo non poco differente. I fratelli Mori , Minoru di 67 anni e Akira di 65 anni, fecero, sempre a seconda di Forbes, scendere il patrimonio famigliare a 3,3 bilioni di Dollari, meno di un quarto del valore di soli 9 anni prima.
Ai giorni nostri solo Akira, presidente della Mori Trust e' presente nella lista di Forbes, i piu' ricchi al mondo. La sua compagnia fece grossi investimenti nel 2002 nel "Fujita Kanko", la catena alberghiera seconda in Giappone e nella "Loft", catena di vendite di articoli vari. Akira e' presente al 106esimo posto nel 2002 con un capitale pari a 3,4 bilioni di Dollari. Situazione che puo' tranquillamente essere presa da esempio per l'attuale stato dell'economia giapponese: basata sulle regole legate al periodo della grande bolla, cioe' una stima esagerata del patrimonio. Non dimentichiamo che in tale periodo il fazzoletto di terra a Tokyo, ove e' situato il palazzo imperiale, valeva di piu' del PIL (Prodotto Interno Lordo) dello Stato americano della California.
Cos'e' successo con Minoru? Il suo nome non si trova ma e' ancora li e ha preso qualche debito per tentare di avere una Tokyo secondo le sue visioni...
Il problema di Tokyo, secondo il punto di vista di Hiroo Mori, figlio di Minoru, managing director e probabile futuro tizio a mandare avanti l'impero Mori, e' che non e' attrattiva. Il compito dei Mori e' di renderla attrattiva e cosi facendo pure di fare soldi, tanti soldi. Ma il modo di farlo pare non essere senza controversia.
La visione di Mori per la nuova Tokyo e' inspirata alla visione di Le Corbusier per le citta'. Uno dei maggior controversi architetti del 20esimo secolo Le Corbusier era anche uno scrittore, scultore e "city planner". Tra i suoi sostenitori appunto i Mori che posseggono piu' di 200 sue pitture e sculture.
Dalla descrizione per una visione di Tokyo da parte dei Nori: Minimo minimo ci dovrebbero essere piu' areee tipo (west) Shinjuku. L'orrizzonte dovrebbe comprendere edifici alti almeno 50 piani oppure di circa 200 metri. Le passeggiate di Shinjuku sembrano essere piatte ma io preferisco qualcosa di piu' contorto. Alle basi degli edifici ci vedrei un bel po' di verde.
Dalla visione di Le Corbusier del 1961, in una citta' di 3 milioni di abitanti ci dovrebbe essere un gruppo di grattacieli di 50-60 piani costruiti lontani uno dall' altro permettendo larghe aree di verde in stile "grattacieli in un parco". In questo centro tutto deve essere compreso, praticamente il filo portante della societa': business, banche e il controllo delle industrie. Dietro questo centro vi sosta un centro civico e poi una serie di appartamenti, ognuno con un proprio giardino.
In un'intervista con Bruce Rutledge di Japaninc.com Mori si presenta nel suo studio con una gigantesta fotografia di Le Corbusier alle sue spalle. Quando Rutledle gli fa notare che molti sono impressionati dal "gocha gocha", caos di Tokyo, Mori insiste nel dire che chi adora o ne parla bene sono dei semplici e naif nippofili, nulla piu'. Questi vengono una volta e rimangono a bocca aperta e con un bel sorriso ma poi non vengono piu'... Quanto sono saggi questi giapponesi, eh?
Hiroo Mori spiega come quanto il tempo non poteva essere peggiore per progettare Roppongi Hills. E' stato progettato durante il periodo della grande bolla e sono costati 14 anni per acquistare il territorio necessario alla costruzione del complesso. Poteva esserci una periodo peggiore per formulare un progetto di questa importanza?
I Mori si sentono fiduciosi e spiegano che piu' di 200 negozi saranno presenti nel complesso. Il complesso della Virgin Cinema sara' presente come anche il Grand Hyatt Hotel. E poi, le ditte che hanno, o che sopraviveranno avranno i loro uffici nel nuovo complesso.
Vi sono ancora proteste per le costruzioni in atto ma i Mori assicurano che gli stessi protestanti sono coloro che poi alla fine useranno al meglio il nuovo complesso in costruzione. Tipico della mentalita' giapponese: credere e pensare che tutti sono e saranno sempre d'accordo su cosa fa il piu' forte. La cosa grave e' che ci credono veramente e con questo si giustificano pure :)
Altre ditte costruttrici hanno grosso potere a Tokyo ma dicono che e' difficile competere con i Mori e critiche dicono che i Mori desiderano avere una Tokyo stile "Singapore".
Alla domanda su cosa verra' dopo Hiroo risponde: "Dai un' occhiata a Shangai, li, la Mori Buildings Co. sta pianificando il grattacielo piu' alto al mondo, un grattacielo di 500 piani: il Shangai World Financial Center, Le Corbusier ne sarebbe orgoglioso".
Certo, aggiungo io... e poi aggiungo: ma si rendono conto di cosa comporta avere delle costruzioni cosi alte???? La gente che ci dovra' lavorare come ci arriva senza intasare la rete di trasporti???? I costi d' affitto come verranno ammortizzati? Perche' le costruzioni piu' alte al mondo sono in deficit e non si riesce a rivenderle manco al costo di costruzione? Questi Mori sono veramente cosi ingenui o sono i tempi a cambiare???? Lasciamo che sia proprio il tempo a decidere ma tutto gioca contro questo tipo antiquato e tipico dell'ideologia "bubble": dimostrare la forza economica di un Paese con costruzioni gigantesche!
Non hanno ancora capito che il Giappone non e' piu' quello dei tempi migliori... ma molti sono i giapponesi duri di comprendorio!
Vedremo se l'impero Mori continuera' a scendere o tornera' a salire.

 

© ® 2004 - 2009 Tutti i diritti riservati - Jappone.com